italia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

In manette adescatore seriale via web

Seduceva giovani donne e le ricattava con il materiale hard dei loro incontri
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - italia domani

La sua tecnica era collaudata e andava avanti da tempo. Un 35enne milanese, incensurato e nullafacente, aveva trovato la sua lauta fonte di guadagno adescando giovani donne in internet e ricattandole dopo aver ottenuto video e foto hard degli incontri, non solo virtuali. Almeno 18 le vittime cadute nella trappola, tra queste anche una 17enne che non aveva mai incontrato fisicamente l'arrestato, a cui si era però concessa via web-cam. L'uomo è ora rinchiuso nel carcere di San Vittore in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip, Maria Vicidomini, su richiesta del pm, Maria Vulpio. I reati contestati sono produzione di materiale pedopornografico, rintracciato nel pc dell'arrestato, violenza sessuale, appropriazione di password, molestie, diffamazione ed estorsione nei confronti di almeno 18 donne tra i 17 e i 30 anni in tutto il nord Italia. L'indagine della polizia postale è scattata nel luglio 2008 dopo la denuncia presentata da una delle vittime, adescata, fotografata e ricattata. Gli investigatori erano quindi riusciti a identificare il 35enne come un frequentatore abituale della rete, in cui si muoveva con nickname differenti per soggiogare giovani donne. Come esca aveva anche creato un proprio sito internet spacciandosi per agente di casting. Uno stratagemma per attirare in trappola decine di aspiranti modelle e attrici. Ma l'attività in rete dell'adescatore seriale spaziava a tutto campo. Secondo quanto ricostruito dagli agenti della polizia postale, aveva pubblicato come vendetta in rete diverse foto compromettenti di sue ex fidanzate. E, a conferma delle sue tendenze sadiche, aveva anche stipulato un «contratto di schiavitù» con una donna conosciuta su un sito sadomaso che organizzava orge e festini a luci rosse.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]