italia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Un giallo lungo vent'anni

Delitto di via Poma, 24 anni a Busco

Per i giudici l'ex fidanzato di Simonetta Cesaroni è l'assassino
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - italia domani

Dopo quasi 21 anni ha un nome e un volto il colpevole dell'omicidio di via Poma. Il killer di Simonetta Cesaroni, la 21enne uccisa con 29 coltellate il 7 agosto del 1990 è l'ex fidanzato Raniero Busco.

Così ha deciso la Corte d'Appello di Roma che ha condannato l'uomo a 24 anni di reclusione. La Corte presieduta da Evelina Canale ha riconosciuto l’aggravante della crudeltà compensandola con le attenuanti generiche. Il giudice ha disposto inoltre che l'allora fidanzato della vittime risarcisca le parti civili in separata sede assegnando una provvisionale immediatamente esecutiva di 100 mila euro per la sorella di Simonetta e 50 mila per la madre. Il dispositivo della sentenza ha disposto anche l'interdizione in perpetuo dai pubblici uffici e l'interdizione legale durante la pena con sospensione dell'esercizio della potestà genitoriale. Busco si è allontanato dall'aula bunker di Rebibbia visibilmente scosso subito dopo la lettura della sentenza, le cui motivazioni saranno depositate entro 90 giorni - abbracciato alla moglie Roberta Milletari e al fratello Paolo. "So di essere innocente e di non aver fatto nulla- aveva dichiarato al termine delle repliche del pm, della difesa e delle parti civili - Ho fiducia nella giustizia e per questo devo essere ottimista, altrimenti è finita". "È una sentenza che forse accontenta qualcuno ma certo non accontenta il concetto di giustizia. Busco si è sempre detto innocente e contro di lui ci sono solo indizi e nessuna prova. Questa vicenda meritava una camera di consiglio più lunga. Ora attendo di leggere le motivazioni di questa decisione". Cosi ha commmentato la sentenza l'avvocato Paolo Loria legale di Raniero Busco.
La madre e la sorella di Simonetta Cesaroni hanno accolto con soddisfazione il verdetto della Corte: "Abbiamo sempre avuto fiducia nella giustizia e nel lavoro dei pm. Dal momento in cui ci sono state presentate le prove siamo state convinte della colpevolezza di Busco".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]