italia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

ANNIVERSARIO ACCA LARENTIA, FIGLIO DI SENATORE IDV INNEGGIA ALLA STRAGE SU FACEBOOK

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - italia domani

Sfregio alla memoria nel giorno dell'anniversario della strage di Acca Larentia, l'omicidio di Franco Bigonzetti, Francesco Ciavatta e Stefano Recchioni, i tre giovani attivisti del Fronte della Gioventù uccisi a Roma il 7 gennaio del 1978.

"A Palermo il figlio del senatore dell'Italia dei Valori, Fabio Giambrone, ha pubblicato sulla sua pagina di facebook la frase '10,100,1000 Acca Larentia' e una canzone che inneggia con sarcasmo alla strage". Lo denuncia in una nota Giovane Italia di Palermo. "È vergognoso- prosegue il comunicato - che nel 2011 ci sia qualcuno, soprattutto tra i giovani, che esalti un crimine così efferato contro dei ragazzi inermi. Stupisce per altro che ad inneggiare alla strage di Acca Larentia sia il figlio di un senatore dell'Idv, in quanto il partito di Di Pietro fa della legalita' una sua bandiera". Giovane Italia Palermo, conclude la nota, chiede "al senatore Giambrone di spiegare al figlio liceale quanto siano stati drammatici gli anni di piombo, nella speranza che mai piu' i giovani attivisti si lascino affascinare dal mito della violenza omicida contro l'avversario politico. Giovane Italia offre al figlio del senatore Giambrone un viaggio a Roma per visitare le tombe dei tre ragazzi trucidati nel '78 e la possibilità di incontrare le famiglie delle vittime. Siamo certi che dopo questa esperienza non scriverà piu' queste sciocchezze su facebook".
Questa mattina alle 10 il ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, ha deposto una corona di fiori in via Acca Larentia. Alla cerimonia ha partecipato anche l'assessore ai Lavori Pubblici e alle Periferie del Comune di Roma, Fabrizio Ghera, in rappresentanza del sindaco Gianni Alemanno. "Siamo qui - ha detto Meloni - per ricordare Franco, Francesco e Stefano, perché non siano dimenticati i loro volti e per raccontare le loro storie. Lo facciamo ogni anno e continueremo a farlo perché non tornino mai gli anni in cui l'odio politico trasformava i ragazzi in vittime e assassini". "La violenza politica - ha proseguito - è un nemico subdolo che si nasconde dietro l'angolo e non va mai sottovalutato. I giovani caduti negli anni Settanta e Ottanta oggi sembrano lontani, ma è importante che le nuove generazioni conoscano le storie di tutti quei ragazzi innocenti di ogni colore politico che hanno pagato con la vita il loro impegno sociale e politico".
"Credo sia importante - ha concluso il ministro della Gioventù - costruire giorno dopo giorno una memoria consapevole che sia di insegnamento alle generazioni future perch‚ non commettano gli stessi sbagli. Lo si puó fare in mille modi: intitolando loro strade, parchi o centri sportivi, ma anche raccontando le loro storie nelle scuole. Perché conoscere il dolore passato aiuta a prevenire il dolore futuro".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]