italia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Londra 2012

Iosefa Idem: "Sono andata oltre ogni limite personale"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

"Sono andata oltre ogni limite personale. Mi sono lasciata trasportare dall'entusiasmo della folla. Venivo da due anni schifosi e avevo tanti brutti pensieri. Poi mi sono detta, sono tutte stupidaggini". Josefa Idem commenta cosi' il suo approdo alla finale del K1 500: per l'ottava olimpiade consecutiva sara' in corsa per giocarsi una medaglia. "Ho letto che Jessica Rossi prima dell'oro aveva dormito sonni tranquilli e ho pensato: se ci riesce una ragazzina perche' non posso farlo io che ho 48 anni -ha aggiunto l'azzurra detentrice di 5 medaglie olimpiche-. Cosi' in acqua la mia canoa filava leggera, ho provato la stessa sensazione di quando avevo 15 anni. In finale, arrivi o meno una medaglia, io ci sono. Spero di stare bene e di essere tranquilla. Per quanto riguarda l'eta' il cronometro non la domanda", conclude la Idem che nel suo ricchissimo palmares conta l'oro di Sydney, gli argenti di Atene e Pechino, il bronzo di Atlanta e quello degli esordi a Los Angeles nel 1984, quando ancora gareggiava per la Germania, 22 medaglie ai mondiali e 13 ai campionati europei. Il fatto che sarebbe arrivata ai Giochi per vincere Josefa Idem lo aveva promesso gia' ai mondiali ungheresi di Szeged l'anno scorso: "Non vado a Londra per fare la comparsa". L'impresa di Sefi Idem ha riportato alle stelle il morale nella squadra italiana delusa dall'eliminazione in batteria di Maximilian Benassi nel K1 1000 maschile. Grande l'entusiasmo del presidente Luciano Buonfiglio: "E' un'impresa di tutti quelli che vogliono bene alla canoa. E' partita piano nella fase iniziale, ma poi ha espresso una forza incredibile. Non c'e' niente da dire, ogni volta che scende in acqua Sefi e' uno spettacolo. Gia' in batteria aveva fatto vedere di essere a suo agio e di sapere soprattutto usare sempre la testa: ha cercato di arrivare seconda per aggiudicarsi una precedenza nella scelta della corsia per la semifinale, ma quando ha visto che per contrastare Kozak e Hartley avrebbe dovuto spendere troppo ha preferito risparmiarsi e controllare per chiudere in terza posizione". Da Buonfiglio anche parole di incoraggiamento per Benassi. "Ho l'orgoglio di essere presidente non soltanto di chi vince -ha detto ai microfoni della Rai-. Ieri (lunedì, ndr) ho passato la giornata Londra con Max, ripartiremo sicuramente insieme per i Giochi di Rio de Janeiro".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]