italia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Nel bergamasco

Troppe bestemmie, consiglio comunale mette il divieto

Ordinanza del Sindaco per correre ai ripari
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

A tutto c'è un limite e le troppe bestemmie in paese, compreso in oratorio, hanno costretto il Comune di Brignano Gera d'Adda (Bergamo), piccolo centro della Bassa Bergamasca, a correre ai ripari. Dopo le lamentele del curato, don Mario Bosio, che ha più volte riferito di sentire tanti ragazzi che imprecare contro Dio, il Consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno presentato dalla maggioranza (Lega Nord), che impone il "divieto di bestemmiare in municipio e in tutte le attività commerciali e imprenditoriali, pubbliche e private". "Viviamo in un Paese cattolico e vogliamo che all'interno di posti di culto o di ricreazione venga mantenuto un certo decoro", ha commentato il sindaco di Brignano, Valerio Moro. In particolare, il documento condanna "ogni atteggiamento e ogni comportamento delle persone di tutte le religioni, di tutte le etnie e di tutte le provenienze che bestemmiano Dio quale esso sia". Il documento è stato votato dalla maggioranza, mentre l'opposizione si è astenuta. Non trattandosi di un'ordinanza, non sono previste sanzioni per coloro che non rispetteranno il divieto.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]