italia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Tennis

Wimbledon, avvio "bagnato"

E' scattata l'edizione n.125 dei Championships di tennis a Wimbledon, e subito protagonista la pioggia
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

125. Non è la classica cilindrata dei più comuni ciclomotori, ma il numero di edizioni raggiunte quest'anno dai Championships di Wimbledon. E' il più antico torneo di tennis al mondo, la culla di questo straordinario sport, nato e cresciuto proprio sui "sacri" campi in erba londinesi. La tradizione vuole che sia il campione in carica ad aprire il torneo sul campo centrale, e puntualmente ieri alle 14 ora italiana Rafa Nadal (n.1 del mondo) ha esordito, vincendo facilmente (seppur non giocando molto bene) contro il modesto americano Russel. Lo spagnolo resta il favorito del torneo, e non solo perché è campione in carica. Ormai sull'erba è del tutto scomparso quel tennis classico serve 6 volley che aveva resto immortali campioni come McEnroe, Becker, Edberg e Sampras, per non tornare troppo indietro nel tempo. Dal 2002 si è lavorato molto sul manto erboso e sulle palle per rallentare un gioco troppo dominato dal servizio. Così all'erba tagliata più alta per alzare il rimbalzo è stato abbinato un suolo più ricco di sabbia, che "magicamente" diminuisce lo schizzar via della palla al contatto col terreno; a questo ha contribuito in modo decisivo anche una palla da gioco più grande, più pesante e meno penetrante nell'aria. Una combinazione che rende molto più facile aggredire lo scambio in topspin che rischiare tocchi difficili presso la rete. E quindi le arrotate assassine e le rincorse vigorose di Nadal sono anche sull'erba non così lontane da quelle che solo 15 giorni fa gli hanno permesso di portarsi a casa il sesto titolo al Roland Garros, sulla terra battuta. Pare in buona forma Roger Federer, qua vincitore di ben 6 edizioni, e alla caccia del settimo titolo che gli permetterebbe di eguagliare Pete Sampras. Da prendere in considerazione per il successo finale anche l'idolo di casa Andy Murray, con un gioco molto adatto all'erba attuale, ma spesso schiacciato dal peso di una intera nazione che vive aspettando un nuovo trionfo nel maschile dopo quello lontanissimo di Fred Perry, risalente addirittura al 1936! Quarto favorito anche Novak Djokovic, imbattuto nel 2011 fino alla sconfitta nella semifinale di Parigi contro Federer (più bel match dell'anno e uno dei più avvincenti degli ultimi anni). Però il serbo non ama molto questa superficie, dove ha strappato solo una semifinale nel 2008. 
Ieri forfait per l'azzurro Fognini, che s'è ritirato pochi minuti prima di scendere in campo contro il bombardiere Raonic per via dell'infortunio patito a Parigi e non ancora del tutto risolto; buon successo per Sara Errani contro contro la forte estone Kanepi, e per Simone Bolelli, che entrato in tabellone come lucky loser ha sconfitto in tre set Fischer e sfiderà nel secondo turno Wawrinka. Cipolla è sotto di un set contro alla potenza di Del Potro, match sospeso per la pioggia che terminerà oggi; mentre grazie al tetto mobile inaugurato nel 2009 Francesca Schiavone è riuscita a portare a termine il suo match, battendo in tre sofferti set la talentuosa (e sfortunata) serba Dokic. Scatta bene la milanese, che vince il primo set per 64. Poi nel secondo la Dokic inizia a martellare col rovescio, sale in cattedra spaccando il match, fino al 61 in suo favore. Quando la partita pareva ormai tutta in discesa per la serba, un provvidenziale acquazzone fermava il gioco, per i 20 minuti necessari a chiudere il tetto. La sosta favoriva evidentemente la Schiavone, che al rientro in campo ritrova il filo del suo gioco. Un set duro, con break, controbreak e tante occasioni si concludeva sul filo di lana, con Francesca brava a giocare con coraggio alcuni punti decisivi, tanto da chiudere il match per 63. "La sosta per la pioggia mi ha aiutato" ha ammesso onestamente dopo il match, ma del resto la fortuna aiuta gli audaci. Oggi il programma propone l'esordio della campionessa 2010 Serena Williams, appena tornata in campo dopo un anno di stop per un serio problema al piede e altre complicazioni; e Roger Federer, a seguire sul campo centrale. Tutto il torneo è visibile su Sky Sport, che dal canale 203 al canale 208 consente agli abbonati del pacchetto sport di non perdersi di fatto nemmeno un 15.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]