italia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Durante una riunione del Ppe battute sul Rubygate

Vincenzi: "In Europa presi in giro per il Bunga Bunga"

La prima cittadina di Genova in piazza il 13 febbraio con la scritta "Donna e Sindaco"
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

«Nella riunione del Partito Popolare, la settimana scorsa a Bruxelles, i sindaci italiani sono stati accolti da battute sul 'bunga bungà». Lo denuncia il sindaco di Genova, Marta Vincenzi, secondo cui la vicenda Ruby ha fatto fare all'Italia «un balzo indietro di decine e decine di anni». «Con il 'bunga bungà - ha aggiunto la prima cittadina a margine della presentazione degli eventi culturali che Genova ospiterà nel 2011 - è stata cancellata l'autorevolezza che l'Italia aveva ottenuto in Europa con Prodi presidente».

La Vincenzi ha annunciato che parteciperà alla manifestazione del 13 febbraio per la legalità: «Scenderò in piazza indossando la scritta 'donna e sindaco», ha detto la prima cittadina, criticando il premier Silvio Berlusconi per «il terrificante magma di comportamenti senza dignità e senza valore» e per la «mercificazione di ragazze viste solo come occasione di piacere». Un comportamento, ha rincarato la dose il sindaco di Genova a margine della presentazione degli eventi culturali che il capoluogo ligure ospiterà nel 2011, che «fa a pugni con la dignità di ciascuno di noi e delle donne». «Pensare che le nostre figlie o le nostre nipotine possano essere inserite in un'atmosfera così vergognosamente limitativa delle potenzialità delle donne, la trovo una deriva vergognosa».

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]