italia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

AnnoZero

Augusta Montaruli (Pdl) lascia il segno nell'arena di Santoro

Anche Bocchino (Fli) fa i complimenti alla più giovane consigliera regionale del Piemonte
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Ha sorpreso, sparigliato le carte e messo tutti d'accordo, con una lezione di pacatezza e maturità lontana anni luce dalla poilitica urlata. L'intervento di Augusta Montaruli, "orgogliosamente del Popolo della Libertà", la più giovane consigliera regionale del Piemonte, con dieci anni di militanza alle spalle ha messo d'accordo tutti, affrontando il caso Minetti senza demagogie né difese di ufficio preconcette. Il suo intervento ha messo a tacere la rissa che stava andando in onda tra il leader dell'Idv Antonio Di Pietro, e l'ex guardasigilli leghista roberto Castelli. Parlare di listini bloccati, rischi di casting e uscire dalle polemiche dell'attualità non era cosa semplice. Ma così è stato. "Io sono eletta in un listino bloccato esattamente come la Minetti ma anche come l'onorevole Bocchino e come tutti gli onorevoli che partecipano a questa trasmissione - ha esordito Montaruli - perché nel nostro sistema elettorale anche alla Camera non bisogna prendere la preferenza. Se dovessi scegliere il sistema migliore - ha proseguito - opterei per quello della preferenza perché dà garanzie maggiori agli elettori di poter scegliere chi li rappresenta". Poi una considerazione, una volta tanto, di ciò che funziona nel nostro sistema: "Però devo anche dire - ha sostenuto la giovane consigliera regionale - che nei listini e alla Camera se sono entrati dei giovani come me che hanno dieci anni di militanza alle spalle è anche merito di questo metodo, perché le campagne elettorali hanno un costo e purtroppo non è solo la bravura che conta e a 25 anni non ti puoi permettere di gareggiare ad armi pari con chi è candidato insieme a te". "E' una favola pensare che entrano soltanto i più bravi - ha detto ancora - e questo avviene in tutti i partiti. La differenza che contraddistingue il mio partito è che ci sono dei giovani come me e ve ne potrei elencare a bizzeffe, da Giorgia Meloni a Beatrice Lorenzin, da Lara Comi, fino ad arrivare a Carlo Fidanza e a Giovanni Donzelli che rappresentano la regola generale mentre altri casi rappresentano delle eccezioni". Pressata sul caso Minetti ha risposto di non poter dare un giudizio, "perché non la conosco personalmente e non la conosco politicamente. Se lei - ha detto rispondendo all'intevistatrice - intende per Minetti tutti coloro che sono entrati senza avere alle spalle un percorso di militanza come il mio dico anche che all'interno del mondo politico ci deve essere una netta distinzione e bisogna stare attenti a non fare della facile demagogia e dire che in realtà se dobbismo tracciare l'identikit perfetto dell'eletto ideale dovrebbe essere quello che arriva nelle istituzioni ed ha contemporaneamente alle spalle un percorso di militanza e di passione ma parallelamente al pecorso politico cerca ancora di costruirsi un percorso lavorativo. perché la politiva non è un lavoro, io - ha concluso - non voglio vivere di politica". Un intervento che ha sortito un miracolo politico, con Italo Bocchino (Fli) che per la prima volta da tempo, commentando il suo intervento, ha rimarcato le cose buone fatte nel Pdl, riconoscendo la presenza di una classe dirigente giovane e sana. "Augusta ha detto delle cose molto importanti - ha detto Bocchino -. Io la conosco bene ed è una militante di grandissima qualità ed è bene che sia stata scelta quando noi eravamo ancora nel Pdl. Questa è la funzione del listino. Lei è stata una straordinaria militante giovanile di An e la funzione del listino è questo. Però Augusta Montaruli non gestiva l'Olgettina, non organizzava le cene, faceva politica".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]