italia
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Il punto

Quali differenze?

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Erdohitler
Ci si chiede: ma possibile che nessuno (se non a mezza voce) sollevi il dubbio che il presunto colpo di Stato fallito in Turchia sia tutt’una montatura per permettere al governo in carica di divenire un regime autoritario (se non, addirittura, totalitario) con ispirazioni conservatrici, quasi, direi, “regressistiche”, senza mai trasgredire la costituzione, ovvero coll'appoggio popolare e la copertura parlamentare? E l’avallo internazionale!
 
 
Troppe cose non tornano: la più evidente quella per cui si stia procedendo all'epurazione d’ogni categoria che tradizionalmente si batte per i diritti civili (magistrati, giornalisti, docenti, medici, volontari) a cui s'aggiungono i militari che, dall'epoca della rivoluzione laica di Atatürk, rappresentano (forse unico caso al mondo!) la frangia più avanzata nell'ammodernamento del Paese (dei veri e propri “custodi della rivoluzione”), con una modalità che sa più di lista di proscrizione precostituita e che aveva bisogno solo d’un pretesto perché fosse attuata.
 
 
Tutti a condannare la reintroduzione della pena di morte solo perché in contrasto cogli (apparenti) ideali comunitari europei, d’un’Europa unita solo nell’interesse bancario d’una “trapezocrazia”, vera ispiratrice d’un’unione d’intenti che, guardando solo ai poteri forti (e al loro profitto) sorpassa il cittadino, considerandolo solo per il suo valore commerciale di potenziale consumatore al ritmo incalzante del motto “Produci Consuma Crepa”, che sembra la riscrittura materialistica del vecchio “Credere Obbedire Combattere”. Nessuno che sottolinei che, indipendentemente da ciò, è impensabile che si condanni qualcuno secondo una legge che non sia già in vigore nel momento in cui sia stato compiuto il reato.
 
 
A poco serve pensare che se tutto avviene col voto del Parlamento e coll'appoggio del Popolo. (e l’avallo della comunità internazionale), tutto è lecito. La Storia è disseminata d'eventi avvenuti nell'apparente rispetto della legalità e nell'altrettanto NON apparente dispetto della moralità.
Giova ricordare a tutti che qualcuno andò al potere come Capo del Governo, scalò lo stesso avocando a sé anche le prerogative di Presidente della Repubblica, calpestò diritti interni ed esterni della propria Nazione e alla fine scatenò una guerra catastrofica come mai era avvenuto prima. Il tutto sempre e comunque col voto del Parlamento e l'appoggio del Popolo. E l’avallo della comunità internazionale. Era il Führer.
 
 
Sembra che la Turchia e la Germania giochino a rincorrersi per emularsi e superarsi a vicenda. La prima attuò il genocidio armeno (a cavallo della prima guerra mondiale), la seconda s’ispirò a quanto avvenuto precedentemente per attuare il genocidio ebraico (a cavallo della seconda guerra mondiale). Strane e paurose “coincidenze” che accomunano le due realtà, da sempre stranamente e paurosamente legate anche da trattati internazionali.
E tra allora e ora non sembrano esserci molte differenze.
 
Finché il Sole risplenderà su le sciagure umane... Nihil sub sole novum!
 
 
                                                                                                                                Ἀδάμας Mέλας (Adàmas Mèlas)
 
Manda i tuoi comunicati stampa a: redazione@ilsitoditalia.it